Pagina principale

From SAMNIUM
Jump to navigation Jump to search
Palazzo-logo-e-carat-6.gif

Enciclopedia Sannita

è un portale wiki, non profit con tecnologia, le regole e il linguaggio di Wikipedia ma è privato e anche con un regolamento proprio

  • è un portale collaborativo, inclusivo, connettivo, reticolare, accogliente di qualsiasi proposta, conoscenza, idea, lingua, esperienza, studio, ricerca riguardante il SAMNIUM, con cui intendiamo il Sannio antico e fino ai nostri giorni.
  • è una sorta di enciclopedia multimediale, interattiva e multilingue, in continua costruzione comunitaria.
  • è in tentativo di costruire una casa comune, una comunità per tutti, residenti, immigrati antichi e recenti, emigrati dal nostro nel mondo (Nord e Sud America, Europa, Asia, Africa, Australia)
  • a partire dalle nostre origini territoriali, e non solo etniche, in tutto simili a quelle delle nostre foreste, cerqueti, foreste e boschi montani interconnessi da secoli - ogni albero con le sue radici a tutti gli altri; e delle antiche vie consolari e dei tantissimi tratturi che attraversavano le nostre regioni.

SAMNIUM

  • Con il termine Samnium viene dunque ndicato il territorio dell'antico Sannio - risalente almeno al VII secolo a.C. - dai confini vasti e indefiniti. Ancora oggi molti comuni, appartenenti a regioni amministrative diverse, conservano i termini " Sannio" - "sannita" o "sannitico" nella propria denominazione (http://www.comuni-italiani.it/nomi/sannita) nei territori dell’Abruzzo, della Campania e del Molise. Queste regioni, oggi amministrativamente separate, nel passato erano unica area abitata da comunità pastorali transumanti lungo i tratturi come il Pescasseroli/Candela o il Celano/Foggia. Il territorio è ricco di lingue, costumi, mestieri, etnie e tradizioni diversi perché, nel corso di secoli, si sono avvicendati numerosi popoli (italici, sanniti, greci, romani, liguri bebiani, longobardi, bizantini, arabi, svevi, normanni, angioini, aragonesi, albanesi, croati, bulgari, svevi, angioini, borboni, savoia...). Inoltre, queste zone ancora oggi sono oggetto di immigrazioni europee (romeni, albanesi, kosovari, greci, macedoni, polacchi, ucraini, ecc.)

UNIVERSITAS

  • Con il termine Universitas intendiamo un territorio costantemente connesso tra campagna e città, come lo avevano già definito i Romani: "territorium est universitas agrorum intra fines cuiusque civitatis: quod ab eo dictum quidam aiunt, quod magistratus eius loci intra eos fines terrendi, id est summovendi ius habent, Pomponio). L’Universitas punta a gestire questa connessione continua, bilaterale, reciproca, nella doppia direzione (dare e ricevere) tra le due realtà territoriali, per arrivare alla formazione di una sola smart community. La valenza generale ed europea di questa proposta è data dalla possibilità di replicarla in qualsiasi altro territorio montano della Comunità, consentendo uno sviluppo esteso, integrato e sostenibile. - Le parole chiave che animano la proposta SUSCo sono: recupero dei beni culturali, alfabetizzazione digitale, informatica e telematica, personalizzazione degli apprendimenti, confronto con tutti, scambio aperto, protagonismo locale, collaborazioni internazionali: inclusione e replicabilità.

SMART

  • Con il termine Smart è indicato l'intento di formare ad una conoscenza umanistica e a know-how(s) di arti, mestieri e nuove professioni, in modo interattivo, partecipativo, interdisciplinare, condiviso, plurale, agendo e interagendo localmente e nel cyberspace. Si punta in particolare all'acquisizione di capacità intellettuali e pratiche per agire indistintamente da remoto (nel web) e/o in presenza (in loco), reagendo a nuovi stimoli cognitivi e operativi, interni ed esterni alla Universitas. Intendiamo pertanto offrire corsi, accademici e popolari, per formare all’uso attivo e passivo delle tecnologie alla portata di tutti, come il computer, iPad, smart phone (per connettersi, informarsi e produrre informazione in tempo reale) con metodi innovativi per l'e-learning, e-commerce, e-business, smart-working, project management... (sistemi informativi, e-health, e-governance, e-assistance...)

COMMUNITY

  • Con il termine Community intendiamo la struttura comunitaria aperta da sviluppare nelle collettività rurali e montane, attualmente isolate logisticamente e digitalmente, ricche però di risorse ambientali, etniche, linguistiche e tradizioni religiose, fortemente diversificate ma a volte anche fuse tra loro a seguito di secolari processi di antropizzazione del territorio. Con l'Universitas puntiamo quindi a trasformare collettività disconnesse in persone e comunità consapevoli delle proprie potenzialità, in modo coerente al metodo smart proposto, e quindi formare soggetti attivi, propositivi (autori, attori, agenti, imprenditori...) e passivi (recettori, destinatari, utenti, consumatori consapevoli...).

Territorio e strategia d’intervento

L’indagine territoriale evidenzia caratteri di marginalità dell’intero sistema economico particolarmente accentuati. Il comprensorio non ha ancora vissuto una fase di riconversione produttiva, né sono stati avviati piani di sviluppo volti a favorire la modernizzazione e la diversificazione produttiva.

Tali circostanze rappresentano, al tempo stesso, delle enormi potenzialità: da un certo punto di vista il territorio si presenta “vergine”, nel senso che non si sono prodotti fenomeni irreversibili di degrado ambientale.

Le linee di programmazione comunitarie pongono le condizioni per una partecipazione più diretta e responsabile di diversi soggetti al processo di formulazione (decisione condivisa) e attuazione dei programmi. Tale partecipazione (concertazione) diviene unico metodo per la realizzazione di progetti e programmi, è dunque necessario individuare in maniera precisa gli interventi concertati dal basso e quindi condivisi da diversi soggetti, pubblici e privati.

Inoltre, gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e le transizioni ecologiche e digitali portate avanti dall'European Green Deal [[1]] e dalla strategia digitale [[2]], insieme alla recente pandemia, portano sfide e opportunità diverse per luoghi e persone diverse. Le zone rurali (comprese le montagne e le aree scarsamente popolate), giocano un ruolo chiave nella gestione, protezione e utilizzo delle risorse naturali. La fornitura di beni da queste aree dipende dalla resilienza e dall'attrattiva delle comunità rurali e dalla capacità delle persone che vi vivono e lavorano di accedere a un sufficiente livello di benessere. La pandemia COVID-19 ha evidenziato carenze nelle infrastrutture digitali e nelle opportunità economiche che ostacolano la resilienza. È necessario sviluppare conoscenze e soluzioni innovative per migliorare la resilienza e la capacità di ogni comunità di contribuire e beneficiare delle prossime transizioni in un'economia che funzioni per tutti i territori e garantisca una transizione equa e giusta che non lasci indietro nessuno.

Sul tema del digital divide, appare fondamentale il progetto “Banda Larga e Ultra larga”, in corso di completamento, per la realizzazione della rete di nuova generazione in fibra ottica, tramite il quale si intende favorire la connettività dei comuni, contribuendo così al raggiungimento degli obiettivi previsti dall’Agenda Digitale Europea. L’intervento si pone in coerenza con il Piano Strategico Nazionale per la Banda Ultra larga governato dall’Agenzia per l’Italia Digitale che, a sua volta, ha assicurato piena sinergia con la Strategia Nazionale per le Aree Interne. La diffusione della banda ultra larga rappresenta un fattore abilitante e strategico per l’aumento della produttività delle imprese e il miglioramento della qualità della vita dei cittadini e per l’implementazione dei servizi innovativi previsti nell’ambito dell’e-government, dell’e-health, dell’e-learning e della infomobilità.

In materia di digitale, l’Agenda digitale europea (programma faro della strategia Europa 2020) e la conseguente Agenda italiana (Agid, promossa dalla Presidenza del consiglio dei ministri), mettono un importante segnaposto sul tema dell’alfabetizzazione e delle competenze digitali per i cittadini in generale ma anche per i professionisti del settore. In tal senso, si legge: «[…] occorre mettere in atto partenariati multilaterali, rafforzare l’apprendimento e riconoscere le competenze digitali nei sistemi ufficiali di istruzione e formazione ma anche svolgere azioni di sensibilizzazione e prevedere sistemi di certificazione e di formazione nel settore delle Tic aperti ed efficaci al di fuori dei sistemi tradizionali di insegnamento, utilizzando in particolare strumenti online e contenuti digitali per la riqualificazione e la formazione professionale continua» . E ancora: «gli Stati membri sono chiamati a: integrare l’apprendimento elettronico nelle politiche nazionali per modernizzare l’istruzione e la formazione, anche nei programmi, nella valutazione dei risultati formativi e nello sviluppo professionale di insegnanti e formatori».

Restando in ambito europeo, non possiamo non ricordare il documento dal titolo parlante: Opening up education che intende dare una spinta propulsiva ai cittadini sulla base della parola chiave “open” che si applica alla formazione (ambienti aperti, cross barriere), alla collaborazione (reti transnazionali per la collaborazione tra docenti e studenti) e ai contenuti didattici digitali (open educational resources) la cui fruizione, distribuzione e autoproduzione è incoraggiata.

Proposta SUSCo dal Territorio alla Comunità Europea

Su tali capisaldi, la Comunità di Castelpagano ha costruito il proprio impianto strategico, in un percorso lungo, a tratti accidentato, che si conclude con la presentazione del presente documento, rappresentativo della visione di cambiamento che la Comunità vuole segnare ed intraprendere, come processo di riappropriazione, materiale e simbolica dell’esistente, al tempo stesso evolutivo ed innovativo rispetto alle tendenze attuali.

Strategie per formare, connettere e trasformare il Territorio in una comunità intelligente

L'uso della rete (World wide web) per:

  • ·        analizzare lacune e potenzialità del territorio per cambiare i punti di debolezza in forza
  • ·        creare sinergie tra individui e istituzioni (enti locali, scuole, università, imprese)
  • ·        raccogliere informazioni provenienti da supporti cartacei, digitali, audio, video…
  • ·        catalogare beni culturali già presenti in loco (manoscritti, testi a stampa, archivi documentali, biblioteche private storiche, beni archeologici datati IX sec. a.C. fino al III d.C.) https://www.catalogo.beniculturali.it/viewAll/Agent
  • ·        creare banche di dati digitali (archivi digitali, librerie, statistiche, ricerche, studi specifici) (cfr. www.archive.org, https://www.loc.gov/collections/world-digital-library/about-this-collection/ www.intratext.com)
  • ·        rendere pubblici ed accessibili i dati raccolti, digitalizzati e ordinati
  • ·        editoria elettronica, cartacea e digitale, dei corsi (e-teaching) utilizzando anche tutti i social media
  • ·        fornire formazione e assistenza informatica permanente
  • ·        fornire formazione linguistica per la comprensione e traduzione di lingue antiche (latino-greco-ebraico-aramaico) e moderne, con metodo originale elaborato localmente a partire dalle quattro regole cartesiane (analisi di testi complessi, enumerazione identitaria delle singole parole, verifica di tutti gli elementi, parafrasi sintetiche del testo digitale in qualsiasi lingua)
  • ·        promuovere collaborazioni tra Università europee, per la comprensione, interpretazione, traduzione e pubblicazione multilingua e multimediale di testi digitali, di ricerca scientifica e letteraria.
  • ·        interconnettere emigrati dal Samnium e immigrati nel Samnium, portatori di culture, lingue e storie diverse

Prospettive aperte

"In conclusione, fratelli, quello che è vero, quello che è nobile, quello che è giusto, quello che è puro, quello che è amabile, quello che è onorato, ciò che è virtù e ciò che merita lode, questo sia oggetto dei vostri pensieri" - e delle nostre proposte. (Paolo di Tarso (primo secolo d.C.), Filippesi 4,8

"E così, miei concittadini americani, non chiedete che cosa il vostro paese può fare per voi; chiedete che cosa potete fare voi per il vostro paese." ("Miei concittadini del mondo, non chiedete che cosa l'America vuole fare per voi, ma che cosa insieme possiamo fare per la libertà dell'uomo [...].") Discorso di J.F. Kennedy per l'insediamento, 20 gennaio 1961 a Washington

  • Parenti tutti, senza saperlo
  • Per qualità la vita eterna è prima
  • La creatività è libera
  • La verità è gratuita
  • Le persone, le cose, i fatti e le date prima delle idee
  • L'informazione migliore è quella vera
  • La creatività è originale
  • Autocostruzione permanente
  • Aiutami a fare da solo
  • «Se si è imparato ad imparare si è fatti per imparare».(Montessori)
  • Facciamoci i fatti gli uni degli altri per fare tutto insieme
  • Samnium Networking
  • Insieme soltanto cresciamo
  • faber est suae quisque fortunae
  • ...
  • Scopo di samnium.info è quello di connettere tutti i servizi e le nuove iniziative esistenti nel Territorio e nelle rete e di sollecitarne di nuove per contribuire agli scambi di informazione, valori e idee, e quindi alla reciproca riscoperta della propria identità personale e corale, della appartenenza territoriale, comunitaria, biogenetica, culturale, linguistica, riconoscendoci gli uni fatti da e con gli altri, per interazioni, anche parentali, di lunga data, come quelle tra popolazioni da cui proveniamo e che hanno occupato, anche con la forza, e trasformato il nostro ambiente di vita fin dal VII secolo avanti Cristo e prima ancora, e che tra loro si sono in qualche modo fuse, lasciandoci tracce nelle attuali tradizioni e nei nostri dialetti sanniti (umbri, abruzzesi, laziali, campani, molisani, pugliesi, lucani) derivati dalle loro lingue, quali l'osco, il latino, il greco, il goto-longobardo, il saraceno-arabo, il bulgaro, il normanno, il francese, lo spagnolo, il serbo croato, l'albanese, l'ebraico.
  • La partecipazione è autonoma e volontaria, per invito o proposta, e la collaborazione è libera e gratuita, per il bene comune.[1]

Categorie (IN COSTRUZIONE)

  • Geografia
    • Geologia
      • tipologie di terreni (agricoli, boschivi, rocciosi...)
    • Toponomastica
    • Confini (variabili, antichi e moderni)
    • Vie
      • esempio, la Traiana
      • esempio, l'Appia
      • esempio, la Bebiana
    • Tratturi
      • esempio, Tratturo regio
    • Idrografia
      • Mare
        • Coste
        • Spiagge
      • Laghi
      • Fiumi
      • Torrenti
      • Canali
    • Comuni e municipi sanniti
    • Città
    • Demografia
    • Agricoltura
    • Industria
    • Terziario
    • Comunità montane
    • ...
  • Archeologia
    • Scavi
    • Reperti
      • esempio, Statuine di Ercole
    • Musei
    • Città antiche
  • Storia
    • Periodizzazione
      • sannita
      • romana
      • gotica-longobarda
      • angioina
      • normanna
      • aragonese
      • pontificia
      • regno di Napoli
      • regno delle due Sicilie
      • ...
    • Archivi storici
    • Castelli
    • Palazzi ducali, marchesali
      • esempio: Palazzo ducale di Castelpagano
    • Palazzi reali
    • Movimenti popolari
    • Personaggi
      • Onomastica
      • Re
      • Eroi
      • ...
      • Biografie (storiche anche di viventi)

Chiesa e chiese

  • Rito grecanico
  • Rito greco
  • Rito romano
  • Santi sanniti
  • Confessioni religiose
  • Istituti religiosi
  • Parrocchie
  • Diocesi
  • Santuari

Arti e artisti

  • Opere
  • Cataloghi
  • Botteghe
  • Artisti
  • Gallerie digitali
  • Mostre digitali
  • Teatri
    • Attori
    • Opere
    • ...
    • ...
  • Eventi - calendario/locandine informative
  • Musica
    • cantanti
    • compositori
    • opere
    • orchestre
    • direttori di orchestra
    • gruppi musicali
    • canti popolari
  • ...

Lingue

  • Dialetti
  • Osco
  • Latino
  • Greco
  • Goto/longobardo
  • Francese
  • Spagnolo
  • Albanese
  • Serbo croato
  • Ebraico

Lettere e filosofia

Scuola e ricerca

  • Istituti di formazione
  • Docenti e discenti
  • Didattica
  • Università
    • Facoltà
    • Corsi
    • Bibliografie
    • Tesi
    • Testi
  • Didattica a distanza
  • Ricerca
    • esempio, Wikidata
      • Ricercatori (cv)
      • Istituti di ricerca privati
      • Centri di ricerca

    • Social Networking Services Servizio di ricerca e di collegamenti a vantaggio di tutta la comunità (A domande, risposte della comunità - networking contacts)
      • Servizi logistici
      • Servizio informazione
        • in collaborazione con enti sul territorio
      • Centri sportivi
        • squadre
        • calcio
      • Centri fitness (salute e benessere)
      • Bacheca
        • Eventi
        • Mostre
        • Convegni
        • Esposizioni
        • Presentazioni di opere a stampa
      • Social media
        • blog e blogghisti
        • pagine facebook
        • siti web
        • gruppi facebook
      • Media
        • Radio
        • Televisioni
        • Giornali
        • Periodici
      • Itinerari archeologici
      • Cammini
      • Pellegrinaggi
      • Trekking

Biblioteca Sannita

  • Autori e Scrittori Sanniti
    • Autobiografie in terza persona
    • Schede bibliografiche
    • Recensioni
    • Estratti
    • Pagine
  • Opere sul Samnium
    • pubblicazione di testi (dietro donazioni spontanee di chi è interessato a scaricare il testo)
    • pubblicazione di corsi di formazione (gratuiti e aperti a tutti)

Regolamento[2]

  • non usare la prima persona (io, noi, mio, nostro) ma solo e sempre la terza, anche se si sceglie di firmare il proprio contributo con nome e cognome, restando responsabili di quanto si pubblica
  • essere neutrali e obiettivi nella narrazione e connettivi e inclusivi nello stile
  • usare nomi e verbi, non aggettivi né avverbi, se non eccezionalmente (per non esprimere giudizi o fare propaganda), restando ai dati e ai fatti
  • citare le fonti che si utilizzano
  • fare una bibliografia
  • chi modifica rispetti il pensiero di un altro, non eliminandolo ma commentandolo o annotandolo per arricchirlo
  • proporre liberamente voci nuove e completare quelle esistenti iniziate da altri
  • procedere in modo logico e cronologico ma anche propositivo o prospettico rispondendo a 7 domande in modo esauriente e attinente al tema SAMNIUM:
    1. chi (nomi di persone reali, personaggi, protagonisti, destinatari, attori...)
    2. che cosa (tema, argomento, soggetto, nome comune, evento, fatto)
    3. quanto (statistiche, cifre, numeri, proporzioni, misure, le 7 unità di misura (vedi qui)
    4. quale (qualità del contenuto, originalità, unicità, novità, attualità - rispetto a Samnium)
    5. dove (comune, terreno, territorio, campo, luogo, posto, sito, provincia, borgo, villaggio, contrada, via, rua - la geografia)
    6. quando (date, circostanze, feste, ricorrenze, occasioni, cronologie) (vedi, per es. 1848)
    7. perché
  • sviluppando una riflessione più personale e investigando sul perché (quindi sulle cause e motivazioni, o intenzioni dei personaggi dietro gli eventi o fatti narrati)
  • è possibile, andando quindi oltre la fredda raccolta dei dati, commentare con aggettivi o avverbi anche il come (vale a dire lo stile, le modalità, l'estetica, i sentimenti ed emozioni negli autori e nei fatti ed eventi con conseguenze per il lettore)
  • l'amministratore ha diritto e dovere di verificare la validità (scientifica) del testo e delle immagini, l'assenza di propaganda o promozione personale, le falsità, il rispetto del copyright garantendo che il proprio contributo, liberamente pubblicato e firmato, resti aperto anche alla verifica e al completamento redazionale da parte di altri.

Rispettando queste regole, chiunque può ed è invitato a contribuire alla costruzione delle voci secondo le proprie competenze. Il contributo liberamente offerto in testi, immagini, didascalie, filmati, collegamenti, schizzi, opere intere, citazioni, voce registrata, tesi, ricerche parziali su singoli argomenti o parole, corsi di lingue antiche e moderne, restano comunitarie e corali, interdisciplinari, gratuite e inclusive, connettive e collaborative, come è l'intero portale - a servizio di tutti.

Note